Dalla A alla Zucca Ingredienti di stagione, ricette e vini Dalla A alla Zucca Ingredienti di stagione, ricette e vini

Spicchi di alfabetizzazione culinaria

Z come zucchina

Le zucchine sono il frutto della zucca. Sono molto utilizzate in cucina perché facili da preparare e digeribili.

Spesso in testa hanno il fiore di zucca, che è altrettanto dolce e gustoso e serve per la riproduzione delle nuove piante tramite impollinazione naturale. Per questo motivo sarebbe meglio non raccoglierne troppi.

Esistono vari tipi di zucchine, che si differenziano principalmente per la forma e il colore, ma dopo un attento assaggio vi accorgerete che anche il loro sapore cambia notevolmente.

Le più comuni sono quelle lunghe e grosse circa tre dita, di colore verde smeraldo o verde scuro. Poi ci sono quelle molto sottili, quelle bianche e gialle e infine quelle tonde, più dolci di tutte le precedenti.

PROPRIETÀ NUTRIZIONALI

Le zucchine sono composte principalmente d’acqua e contengono pochissime calorie, quindi sono perfette per le diete. Sono ricche anche di vitamine A, C e potassio, indicati per combattere la stanchezza e la stitichezza.

COME SCEGLIERLE

Ormai dal fruttivendolo sono presenti tutto l’anno, ma è importante ricordarsi che quelle fresche e locali le potete trovare solo a partire dal mese di giugno fino alla fine di settembre.

Prima del loro consumo in cucina verificate la loro freschezza. La buccia deve avere un colore acceso (soprattutto le verdi), devono essere sode, senza ammaccature e il loro fiore non deve essere appassito.

COME UTILIZZARLE IN CUCINA

Per preparare i fiori di zucca è necessario accertarsi che siano freschissimi prima di cucinarli, perché dopo 2 giorni di frigorifero sono da buttare. Potete friggerli in pastella da soli o aggiungere del ripieno.

Per preparare la pastella è sufficiente un bicchiere di birra molto fredda, della farina e un pizzico di sale. La pastella, una volta pronta, va lasciata riposare un’oretta, dopodiché potete immergere i fiori e friggerli con olio di girasole o di arachidi, ben caldo. Potete anche riempire i fiori (prima di friggerli) con ricotta, mozzarella, prosciutto, acciughe e quant’altro vi venga in mente.

Le zucchine tradizionali, quelle lunghe per capirci, potete lasciarle crude (e aggiungerle in insalata) con il classico taglio alla julienne o a spaghetti, oppure potete tagliarle in spicchi lunghi verticali e grigliarle dopo una veloce scottata in acqua bollente, o ancora grigliarle e aggiungere poi olio, menta e aglio.

Un’altra idea è cuocerle a vapore, o ancora friggerle tagliate a rondelle, come le zucchine alla scapece che, una volta fritte, vanno completate con menta, aglio e aceto.

Le zucchine tonde, invece, possono essere scavate e riempite con un ripieno a base del contenuto della zucchina stessa, carne e formaggio.