Dalla A alla Zucca Ingredienti di stagione, ricette e vini Dalla A alla Zucca Ingredienti di stagione, ricette e vini

Spicchi di alfabetizzazione culinaria

Z come zucca

Oltre a essere utilizzata per creare lanterne illuminate per Halloween, la zucca è un ingrediente che ci ricorda che siamo in pieno autunno e quindi possiamo dedicarci a ricette quasi invernali.

Il suo nome deriva dal latino “cocutia”, che significa testa.

La zucca ha una scorza abbastanza spessa e dura, che può essere liscia o rugosa, di colore verde, grigio, arancione o giallo. La polpa è arancione e al suo interno si possono trovare tantissimi semini, piatti e ovali, che una volta essiccati si possono mangiare.

PROPRIETÀ NUTRIZIONALI

La zucca ha poche calorie, quindi è perfetta anche per le persone a dieta. Inoltre è ricca di vitamina C ed E, fibre e sali minerali (tra cui potassio, calcio, fosforo, zinco, selenio, magnesio), che aiutano a combattere il colesterolo, l’insonnia e la stitichezza. In particolare, le fibre ci fanno sentire sazi e riducono l’assorbimento di zuccheri nel sangue.

Come vi accennavo poco fa, oltre alla polpa, potete mangiare anche i semi, che alleviano le infiammazioni della pelle e prevengono le infezioni delle vie urinarie. Una piccola curiosità: i semi della zucca vengono ancora oggi utilizzati per combattere il verme solitario.

COME SCEGLIERLA E PULIRLA

Per scegliere quale zucca acquistare è importante controllare che il prodotto sia fresco, maturo e sodo. Come fare? Basta provare a colpirla con le nocche della mano e verificare che emetta un suono sordo. Oltre a questo, controllate anche che il picciolo sia morbido e ben “attaccato” al frutto, e che la buccia sia pulita e senza particolari ammaccature.

Spesso viene venduta intera, ma se è troppo grande potete decidere di mangiarne una parte, poi togliere la buccia, eliminare i semi e tagliare a pezzettini il resto, che potrà essere congelato e utilizzato nei mesi successivi.

COME UTILIZZARLA IN CUCINA

Si può preparare in diversi modi: cotta in forno, in padella, bollita, oppure può diventare un sugo per condire la pasta, i risotti o, ancora meglio, gli orzotti.

Provate, per esempio, a tagliarla a fette e cuocerla in forno con dei rametti di rosmarino. Oppure potete cuocerla in padella con un soffritto d’aglio e farne una vellutata.

I semi invece, oltre a essere un perfetto snack spezza-fame, potete aggiungerli allo yogurt la mattina o nell’insalata.