Dalla A alla Zucca Ingredienti di stagione, ricette e vini Dalla A alla Zucca Ingredienti di stagione, ricette e vini

Spicchi di alfabetizzazione culinaria

Vellutata di porro

La vellutata di porro è la ricetta che dedico a tutti quelli che: “ma dove trovi il tempo?“.

Anche una semplice vellutata può diventare sfiziosa abbinando i giusti ingredienti e un buon calice di vino.

Porro vellutato

Ricetta Vellutata di porro - Dalla A alla Zucca

Cosa occorre

  • 2 porri
  • alcuni cubetti di zucca
  • olio extravergine d'oliva
  • minipimer o frullatore
  • una manciatina di semini di papavero e di sesamo
  • prezzemolo fresco
  • peperoncino in polvere

Procedura

Per la base di un’ottima vellutata per 2 o 3 persone sono sufficienti un paio di steli.

Pulite il porro tagliando l’estremità verde scura ed eliminate anche le foglie esterne. Cominciate poi a tagliare lungo tutta la sua lunghezza, a rondelle o a mezzaluna.

Mettete un filo d’olio extravergine d’oliva in una pentola o in una padella, aggiungete il porro a rosolare e poi piano piano a stufare con l’aggiunta di acqua. Utilizzate l’acqua con moderazione per non rischiare di ottenere il porro bollito al sapore d’ospedale. Lasciatelo cuocere per circa 20 minuti.

Se anche la zucca è di stagione, tagliatela a cubetti piccoli e aggiungetela al porro stufato. La zucca dovrà essere circa il doppio del porro, a naso ovviamente (le quantità precise lasciatele ai pasticceri).

Lasciatela ammorbidire e insaporire, sempre aggiungendo un po’ d’acqua quando serve.

Quando sarà pronta, il minipimer vi aiuterà a miscelare gli ingredienti, formando un composto omogeneo e profumatissimo.

Adoro aggiungere sopra questa vellutata un mix di semini di papavero e di sesamo, chiudendo l’impiattamento con una sfarinata di prezzemolo fresco appena tritato.

Impiattate su piatto fondo e, una volta versato il composto, pulite i bordi.

Per i più coraggiosi aggiungete una botticella di peperoncino in polvere sopra la vellutata di porro.