Dalla A alla Zucca Ingredienti di stagione, ricette e vini Dalla A alla Zucca Ingredienti di stagione, ricette e vini

Spicchi di alfabetizzazione culinaria

S come spinaci

Quando pensate agli spinaci senza dubbio li associate a Braccio di Ferro: il marinaio che, grazie al ferro, acquisiva una forza incredibile in pochissimi secondi.

Cosa c’è di vero in questo mito e quanto invece è una scusa per convincere i bambini a mangiarli?

Sicuramente sono ricchi di ferro, ma ci sono altri alimenti che lo contengono in maggior quantità, come le lenticchie, i semi di zucca, i fagioli cannellini o il cioccolato fondente.

Tuttavia non possiamo dare la colpa ai creatori di questo personaggio. Si dice che anche loro siano stati ingannati da un’etichetta di una nota marca di spinaci di inizio ‘900, che riportava la quantità di ferro pari a 10 volte il suo valore reale.

PROPRIETÀ NUTRIZIONALI

Nonostante questo piccolo inciampo è bene ricordare che gli spinaci fanno molto bene.

Contengono diverse vitamine e sali minerali come magnesio, potassio, fosforo, rame e calcio che hanno un forte potere antiossidante, depurativo e lassativo. Oltre a questo, hanno una funzione preventiva per le malattie legate all’apparato cardiovascolare.

Contengono anche acido folico, utile al sistema immunitario, e luteina che è un potente alleato per la retina degli occhi.

C’è solo una piccola controindicazione da tenere a mente. Sono sconsigliato a chi soffre di calcoli renali, osteoporosi o a chi è reduce da una frattura.

Al loro interno hanno l’acido ossalico, che rende il ferro e il calcio poco assimilabili dall’organismo.

Affinché l’organismo riesca ad assorbire questi sali minerali, è importantissimo che vengano consumati insieme alla vitamina C. Per questo motivo andrebbero sempre conditi con il limone.

L’errore più comune durante la spesa è acquistare gli spinaci surgelati. In questo modo perdono gran parte delle loro proprietà, oltre che il loro sapore originale.

COME UTILIZZARLI IN CUCINA

Il modo migliore per mangiare gli spinaci è crudi (se a foglia piccola) o scottati in padella (foglia larga), con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio, sale e pepe.

Per prepararli tagliate i gambi più spessi e sciacquate bene le foglie per eliminare la terra. Non lasciateli in ammollo a lungo per non perdere i loro elementi nutrizionali.

Possono essere conservati in frigorifero fino a due o tre giorni ma, una volta cotti, vanno consumati subito.

Oltre a essere un buonissimo contorno, gli spinaci possono accompagnare ripieni di pasta o di torte salate, gnocchi, minestroni o risotti.

Un abbinamento perfetto è il formaggio. Potete quindi saltarli in padella con delle scaglie di grana o del formaggio grattuggiato.