Dalla A alla Zucca Ingredienti di stagione, ricette e vini Dalla A alla Zucca Ingredienti di stagione, ricette e vini

Spicchi di alfabetizzazione culinaria

Petto d’anatra con riduzione di melograno e patate stick al forno

Il petto d’anatra al melograno sembra una ricetta complessa, in realtà la preparazione è molto semplice e d’effetto.

Non tutte le persone sono abituate a mangiare la selvaggina, ma questo piatto piace proprio a tutti.

Petto d'anatra con riduzione di melograno, patate stick al forno e scalogno caramellato

Petto d'anatra al melograno - dalla a alla zucca

Cosa occorre

  • Un petto d'anatra ogni 4 persone
  • Patate
  • Un melograno
  • Vino rosso fermo (io ho usato Raboso)
  • Qualche scalogno
  • Sale
  • Pepe
  • Olio extravergine d'oliva
  • Aceto balsamico
  • Zucchero di canna
  • Rosmarino

Procedura

Prendete il petto d’anatra, mettete sul fuoco una padella con un filo d’olio extravergine d’oliva e rosolatelo da tutti i lati per una decina di minuti.

Nel frattempo preriscaldate il forno a 190°C, poi riponete il petto d’anatra dentro.

Per questo genere di preparazioni vi consiglio di tenere sempre in cucina un termometro alimentare. La temperatura ideale per il petto d’anatra dev’essere intorno ai 55°C. Si misura infilando il termometro nel cuore del petto per qualche secondo.

Una volta completata la cottura, tirate fuori l’anatra dal forno e tagliatela a fettine di circa 1cm e impiattatela ancora calda.

Tagliate a metà il melograno ed estraete tutti i chicchi. Il metodo più veloce è colpirlo dietro più volte e raccogliere i chicchi in una ciotola.
Scaldate in un pentolino mezzo bicchiere di vino rosso con i semi del melograno e un cucchiaio di zucchero di canna. Lasciate cuocere per 15 minuti. Poi passate il composto con il passaverdure. Se è troppo liquido, rimettetelo nella padella per qualche minuto.

Le patate, invece, vanno sbucciate, sciacquate per eliminare l’amido, fatte bollire per un qualche minuto e infine messe in forno a 200°C con olio extravergine d’oliva, rosmarino, sale e pepe.

Gli scalogni vanno puliti dalla buccia e messi in una padella dove c’è un filo d’olio extravergine e dello zucchero di canna già caldi. Una volta appoggiati, aggiungete mezzo bicchiere scarso di aceto balsamico e fatelì rosolare fino a completa cottura. Una volta pronti, tagliateli a metà e impiattateli.